Riparte l’anno catechistico

Domenica 30 settembre, durante la Santa Messa delle ore 11.15, ragazzi, catechisti e genitori riceveranno il mandato per le attività formative annuali. Vi invitiamo ad essere tutti presenti per non perdere questa bellissima occasione di grazia e di amicizia…

I lavori dell’assemblea

Una comunità in cammino

Giovedì 20 settembre si è tenuta l’assemblea parrocchiale nella chiesa madre. un incontro importante per far ripartire le attività della parrocchia in modo più organico e partecipato.

Il parroco ha presentato un possibile progetto pastorale. Anzitutto, per coordinare le attività, ha indicato la centralità del Consiglio pastorale e del Consiglio per gli Affari Economici (che è obbligatorio secondo la legge canonica). E ne ha indicato stile, composizione e caratteristiche.

Le aree di intervento pastorale

Inoltre, ha presentato le aree di intervento pastorale a partire dai tre ‘doni’ battesimali che il Signore comunica ad ogni credente: sacerdozio, profezia e regalità.

La dimensione sacerdotale, così, richiama l’attenzione alla santificazione attraverso la Messa domenicale, centro di tutta la vita parrocchiale. Quindi i Sacramenti, la preghiera e tutte quelle forme di servizio liturgico e spirituale.

La dimensione profetica, invece, riguarda i servizi di ‘nuova’ evangelizzazione e di catechesi. quest’ultima, in particolare, è pensata non come semplice preparazione ai Sacramenti, ma come accompagnamento progressivo nel cammino di fede.

La dimensione regale, infine, riguarda il servizio della carità che so coniuga a più livelli: dalla caritas parrocchiale, all’attenzione alle povertà specifiche; dalla prossimità ai bisognosi, ai malati, agli anziani, fino al servizio della cultura e della comunicazione orientati in senso cristiano.

L’Oratorio Parrocchiale

Quindi, ha approfondito il discorso sull’Oratorio parrocchiale. Pensato come servizio pastorale, non come una associazione tra le tante, deve essere la casa comune in cui si opera per l’educazione integrale delle giovani generazioni, senza dimenticare le necessarie attenzioni alle famiglie e agli anziani.

Un’assemblea partecipata e composta da persone attente e disponibili. Ora si tratta di avere delle risposte concrete relative al coinvolgimento delle persone per un lavoro che non potrà che svilupparsi e far crescere la comunità nella via della bellezza di Dio.

Tutti coloro che intendono dare il proprio contributo possono scaricare da qui il modulo di partecipazione e riportarlo in parrocchia compilato entro domenica 30 settembre oppure si può compilare on-line a questo link.

La gioia di camminare insieme

L’assemblea parrocchiale

Carissimi amici, l’arcivescovo Forte mi ha chiesto di essere guida spirituale di questa comunità. Io sono contentissimo di questa scelta. E farò del mio meglio per esserlo secondo lo stile del Vangelo. Ma ho bisogno dell’aiuto di tutti.
Per questo ho pensato di convocare una ‘Assemblea Parrocchiale’.

Vi ricordo che si tiene giovedì 20 settembre, alle ore 21.00, nella chiesa madre. Presenteremo un possibile Progetto Pastorale da costruire insieme, ricostituiremo in modo organico gli Organismi di Partecipazione (Consiglio Pastorale e degli Affari Economici) e proporremo un ‘Progetto Oratorio’ che sia vero ‘servizio pastorale’ della Parrocchia non una associazione tra le tante.

Anzitutto, vorrei che non pensassimo la vita della Chiesa come un impegno solo per mantenere in vita alcune abitudini che appagano i nostri ricordi. Certo, le tradizioni che i nostri ‘Padri’ ci hanno tramandato le valorizzeremo nella maniera più assoluta.

Ma la Chiesa di Cristo è la Chiesa della Pasqua. E Pasqua significa ‘Risurrezione’ cioè passaggio alla ‘vita nuova’. E la ‘nostra’ risurrezione potrà consistere nel vivere ogni cosa in modo nuovo, con entusiasmo nuovo, con maggiore disponibilità, rimettendosi, con fiducia, in discussione.

Il primo passo è pregare: facciamolo tutti, ogni giorno mettendo l’intenzione particolare per la maturazione evangelica della nostra Comunità. Quindi, cominciamo a pensare: di cosa abbiamo bisogno a San Valentino per crescere e camminare come Chiesa? Quali sono le nostre fragilità più evidenti? Quali gli ambiti più sensibili e a disagio? Cosa possiamo fare di più intelligente per aiutare le situazioni di disagio?

Tutti dobbiamo essere presenti con idee, suggerimenti, analisi, proposte e tanta voglia di collaborare fattivamente. E il Signore saprà guidare la nostra Chiesa per condurla alla pienezza della santità e dell’amore.
Grazie… Vi aspetto tutti…
donrocco

Verso le feste patronali

Fervono i preparativi per l’organizzazione delle feste patronali di settembre. Tra riunioni, incontri, contatti, coinvolgimento è finalmente pronto il programma definitivo. Le feste si svolgono dall’8 all’11 settembre. Si celebrano nell’ordine la Madonna della Cintura, Sant’Emidio, San Nicola da Tolentino e i Santi Valentino e Damiano.

Pellegrini a San Bartolomeo

Si è rinnovato il pellegrinaggio a piedi all’eremo di San Bartolomeo in Legio di Roccamorice in occasione della tradizionale festa in onore dell’Apostolo il 25 agosto. Un piccolo gruppo è partito da Piazza San Nicola alle ore 4.00 del mattino per raggiungere il luogo di culto. Lì, don Rocco ha celebrato la messa. Quindi, i pellegrini hanno riportato a Roccamorice la statua del Santo per la festa.

 

La festa di San Rocco

Giovedì 16 agosto, la festa di San Rocco nella chiesa dedicata al Santo francese e alla Madonna del Carmelo. A presiedere la messa, don Antonello Sacco, cappellano del carcere di Rebibbia in Roma. Il sacerdote ha inteso restituire la visita del gruppo sanvalentinese del giugno scorso. Forti le parole del sacerdote, a partire dal Vangelo di Matteo del giudizio universale (avevo fame e mi avete dato da mangiare…). Ha proposto un programma di vita impegnato a realizzare l’amore come ha fatto San Rocco. Al termine, prima della processione, la testimonianza del maresciallo Luigi Giannelli, comandante del carcere romano. Ha invitato i presenti ad un autentico stile cristiano nei confronti degli ‘ultimi’. Quindi il corteo lungo la strada del quartiere e la conclusione. Una particolare attenzione per il gioiello ‘La luce di San Rocco” messo in vendita durante la serata di festa. Parte del ricavato viene devoluto al Comitato pro San Rocco per la solidarietà verso i bisognosi.

La festa di San Donato

Un nutrito gruppo di bambini, dai più piccoli e fino ai ragazzi di scuola media e oltre, ha assiepato la scalinata che dolcemente scende verso la chiesa di San Donato. Sul sagrato della chiesa, chiusa precauzionalmente per la vistosa presenza di crepe a seguito del sisma del 2009, il 7 agosto don Rocco ha celebrato la messa in onore di San Donato con la tradizionale benedizione dei bimbi. Quindi, un avvincente gara di corsa organizzata dall’associazione Runners San Valentino. Quindi una salutare cena a base di pane olio e pomodoro e lo spettacolo teatrale “Il leone con le scarpette gialle”.

Ingresso del nuovo Parroco

Martedì 17 luglio alle ore 18.30, don Rocco D’Orazio farà il suo ingresso per la presa di possesso canonica della parrocchia . L’arcivescovo Forte, durante la celebrazione solenne dell’Eucaristia, lo insedierà nell’ufficio di parroco, così potrà iniziare il suo servizio a San Valentino in Abruzzo Citeriore. Rendiamo lode al Signore insieme e diamo il nostro saluto di benvenuto al nuovo parroco.

Benvenuti

Ai navigatori di queste pagine

Carissimi amici che navigate su queste nostre pagine, siate i benvenuti! Con questo servizio la nostra parrocchia vuole offrire strumenti utili di informazione e interazione.

Così, anche la nostra parrocchia intende mettere in rete il proprio messaggio di speranza, la propria vita di comunione, la propria immagine di bellezza per testimoniare l’impegno a camminare nelle vie di Dio per la costruzione del suo Regno.

Certamente, essendo all’inizio, il sito potrà talvolta apparire mancante o incompleto. Ma l’impegno dei curatori permetterà a quest’ultimo un regolare e continuo sviluppo nella prospettiva di renderlo un vero ausilio alla comunicazione cristiana.

Le pagine web vogliono, pertanto, essere un’occasione di incontro con tutti, di confronto serio e costruttivo per crescere insieme nel bene. Auspichiamo, a tal proposito, che tanti utenti possano servirsi di questo importante strumento per conoscere a fondo la vita della nostra comunità e interagire con esso per creare una rete di informazione, di dialogo e di crescita.

don Rocco D’Orazioparroco